FESTA DI SAN PIETRO: a Finale Ligure, tra religione e tradizione

I Santi Pietro e Paolo vengono festeggiati in molte località. Sulla riviera ligure, particolarmente devoti a San Pietro sono i marinai di Finale Ligure.

Ogni anno, il 29 giugno, per la città è una giornata di grande festa.

Manifestazioni religiose si alternano a bancarelle, ma ciò che più richiama turisti e residenti è la processione che ha luogo la sera intorno alle 21.

Processione di San Pietro a Finale LIgure
La processione lungo le vie del paese

Partendo dalla Chiesa di San Giovanni Battista, nella piazza centrale di Finale Ligure, diversi uomini vestiti di un abito povero e senza calzari si avvicendano nel trasportare la pesante statua del Santo che si prostra dinnanzi a Gesù.

Portantini durante la processione di San Pietro a Finale LIgure
La statua in processione

Il corteo, accompagnato dalla banda cittadina, percorre le strade in pietra del centro storico, raggiunge il Piazzale dei Pescatori, sul lungomare, per un saluto al mare davanti alla “Spiaggia dei Neri” e prosegue poi fino alla “Spiaggia dei Bianchi”, in Piazzale Buraggi.

La banda che accompagna la banda per la festa di San Pietro
La Banda che accompagna la processione

Ad ogni sosta, la statua viene fatta “ballare”: i portantini la fanno infatti saltare sulle proprie spalle, sopportandone il peso, in onore del Santo. Se San Pietro ha garantito un anno particolarmente pescoso, i suoi balli saranno ancor più sentiti.

La processione ritorna verso la Chiesa ed è qui  che l’emozione riempie il cuore dei presenti che attendono trepidanti il rientro della statua nel luogo di culto.

Statua di San Pietro con Gesù
La Statua pronta al rientro in Chiesa

Accompagnati dagli sguardi attenti e dal vociare, in segno di supporto, degli astanti, i portantini prendono la rincorsa e con passo spedito e sicuro e portamento fiero, risalgono la scalinata fino all’ingresso della Chiesa di San Giovanni Battista.

Vuole la tradizione che se la statua sale ben dritta lungo la scalinata, allora la pesca sarà abbondante per tutto l’anno. È per questo che tanta importanza viene data al rientro dalla processione. 

Il saluto della statua di San Pietro
Il saluto della Statua ai fedeli

Una volta entrata in Chiesa, la statua viene rivolta ai presenti per un ultimo saluto e ringraziamento, prima che la funzione religiosa abbia inizio.

Chiesa di San Giovanni Battista a Finale LIgure, interni
Chiesa di San Giovanni Battista

Consigli utili per prendere parte all’evento

Vi suggeriamo di assistere anzitutto alla partenza della processione, quando la statua varca la soglia della Chiesa e i portantini e la banda prendono posizione: è interessante vedere come avviene l’organizzazione della fase preparatoria.

Per essere sicuri di avere una buona visuale all’arrivo della statua davanti alle spiagge dei Neri o dei Bianchi, vi consigliamo di abbandonare il corteo e recarvi direttamente ad una delle due spiagge. Una volta assistito al ringraziamento, tornate subito alla Piazza per trovare un posticino da cui assistere al rientro in Chiesa: è sempre molto affollata!

Dove parcheggiare

Difficile trovare parcheggio in questo periodo dell’anno a Finale Ligure, soprattutto in occasione di questa festa. Ci sono alcuni posti con parchimetro sul lungomare, un parcheggio a  pagamento di fronte al mare all’altezza della stazione ed un Autosilos in centro, in Piazza Donatori di Sangue.

Se non trovate posto, dovrete allontanarvi dal centro e parcheggiare (se siete fortunati) a Final Pia o a Finalborgo, preparandovi ad affrontare, in quest’ultimo caso, ca 3km a piedi. Da Finalborgo, potete anche prendere il trenino Tartaruga Express per un giro turistico della città ed un passaggio in centro. Il trenino parte da Piazza Garibaldi a Finalborgo; per tornare, la fermata è nei pressi della Piazza dei Cannoni (sul lungomare, vicino allo stabilimento Ondina).

Cosa fare dopo la processione?

Alla Spiaggia dei Neri e dei Bianchi i festeggiamenti continuano con band musicali che intrattengono residenti e turisti fini a tarda sera. Non mancano poi gelaterie e locali, negozi e bancarelle.

Precedente HIGHLINE GALLERIA: Milano da una prospettiva insolita Successivo REPUBBLICHE BALTICHE: itinerario in auto a misura di famiglia

4 commenti su “FESTA DI SAN PIETRO: a Finale Ligure, tra religione e tradizione

  1. Monica il said:

    Che curioso il fatto che ci siano la spiaggia dei neri e dei bianchi.
    Sempre bello scoprire tradizioni nuove😊 ed imparare cose nuove.

  2. Adoro Finale, da piccolina raggiungerla dalla vicina Savona era molto facile. Non conoscevo pero’ questa festa. La data si avvicina, sarebbe un’occasione per tornare nella mia Liguria!

I commenti sono chiusi.