ISOLA DI PORQUEROLLES: a piedi o in bici alla scoperta di una natura selvaggia e incontaminata

Benvenuti in Paradiso! È questo quello che abbiamo pensato appena sbarcati sull’Isola di Porquerolles. A soli venti minuti di traghetto dalla costa francese, in Provenza, una natura selvaggia e incontaminata accoglie i tanti visitatori che ogni giorno approdano sull’isola, pronti a rilassarsi su una delle sue spiagge o ad avventurarsi a piedi o in bici lungo i suoi sentieri.

L’isola di Porquerolles è una delle tre isole che, con Port-Cros e Le Levant (questa quasi interamente occupata da una base militare francese), costituisce l’arcipelago di Hyères. L’isola misura solo km 7,5 x 3: un piccolo gioiello da esplorare!

Come raggiungere l’isola

Per raggiungerla, dal porto di Giens La Tour Fondue, potete utilizzare un servizio di taxi-boat (non molto conveniente) o preferibilmente utilizzare i traghetti della compagnia TLV-TVM: qui trovate gli orari aggiornati.

Nei pressi dell’imbarco ci sono due grandi parcheggi ma, in giornate soleggiate o festive, i posti auto potrebbero comunque scarseggiare: vi suggeriamo di non arrivare oltre le 9.30 di mattina.

Mappa Porquerolles con indicazione del tragitto percorso dal traghetto che collega la Tour Fondue a Porquerolles
Il traghetto collega il porto di La Tour Fondue a Porquerolles

Al piccolo porto troverete la biglietteria, alla quale potrete accedere solo dopo aver passato il varco di controllo dei vostri bagagli. Non troverete invece i servizi igienici, non presenti nemmeno sul traghetto e sull’isola, se non al villaggio di approdo di Porquerolles (quelli pubblici si trovano sia appena sbarcati, vicino alla capitaneria di porto, che accanto all’Ufficio del Turismo) e alla “Plage d’Argent”.

Il porto di Porquerolles
Il porto di Porquerolles

Orientarsi all’arrivo: cosa troverete

Una volta sbarcati, dirigetevi lungo il viale che dal molo porta al villaggio. Qui sono presenti diversi bar e ristoranti. Fate rifornimento di acqua e cibo, qualora non ve li foste portati da casa: al di fuori del villaggio e della Plage d’Argent, dove c’è un bar/ristorante, sarete solo voi e la natura (e i turisti o gli sportivi come voi).

Al villaggio di Porquerolles troverete anche il piccolo Ufficio del turismo, che vende alcuni souvenirs, libri e la cartina dell’Isola (costo: 3 euro). Noi ne abbiamo trovata una online piuttosto dettagliata (nell’immagine sotto un’anteprima): vi lasciamo qui il link per effettuare il download; utile anche la brochure che alleghiamo a questo link, dove abbiamo trovato diverse informazioni utili sui sentieri e sulla flora e fauna dell’Isola.

Mappa dei circuiti ciclabili e percorribili a piedi di Porquerolles
Carta dei circuiti ciclabili di Porquerolles

Se decidete di esplorare l’isola in bici (scelta che vi suggeriamo per poter raggiungere più luoghi), al villaggio non avrete problemi a noleggiarne una: avrete solo l’imbarazzo della scelta. I prezzi si aggirano mediamente intorno ai 16€ per tutta la giornata (13€ per i ragazzi). Sono disponibili anche bici a pedalata assistita e, per i bambini, sia caddy che seggiolini. Il caschetto è obbligatorio per i bambini (viene fornito con la bici) mentre solo consigliato per gli adulti. Le mountain bike sono tutte di ottime marche. Sconsigliamo di portare la propria bici sull’Isola: viene fatto pagare un importo per il trasporto in traghetto pari a quello del noleggio!

All’arrivo al porto, sulla sinistra, diversi punti noleggio bici di ottime marche
Pronti a partire con le nostre bici a noleggio

Cosa vedere

Diversi sono i sentieri che partono dal villaggio di Porquerolles: nell’arco di una giornata, se non siete molto sportivi (come non lo siamo noi), in mountain bike è possibile visitare buona parte della costa sud: dalla Plage de Notre Dame alla penisola di Langoustier. I sentieri sono ben segnalati da cartelli gialli riportanti anche i chilometri mancanti alla meta: nessun pericolo di perdersi!

La plage de notre dame

Per raggiungere “la più bella spiaggia d’Europa” occorrono solo una quindicina di minuti di bici: dista infatti solo ca 5 km dal Villaggio di Porquerolles. Lasciatevi l’ufficio del turismo alle spalle e salite lungo la strada che divide verticalmente in due il paese. Un cartello con l’indicazione “Les Plages” vi segnalerà il percorso. Svoltate a sinistra: da qui parte un sentiero sterrato che, dopo una breve salita, vi condurrà al primo meraviglioso punto panoramico. Un mare blu e smeraldo vi incanterà: l’effetto “WOW” è assicurato!

Mare blu e acqua cristallina dal primo punto panoramico lungo il sentiero che conduce alla plage de notre dame
Il sentiero che porta alla Plage de Notre Dame

Proseguite lungo lo sterrato, che da qui diventa più pianeggiante, largo e facilmente percorribile con i bambini.

Il sentiero che porta alla plage de Notre Dame è ampio e pianeggiante
Il tratto che porta dal primo punto panoramico alla Plage de Notre Dame

Quando vedrete decine di biciclette ancorate a pali e recinzione in legno, ecco che sarete arrivati. Parcheggiate la vostra bici (catenaccio fornito in dotazione con il noleggio) e accedete a piedi alla spiaggia di Notre Dame grazie ad una panoramica scaletta. Un telo mare ed un costume: non vi serve altro in questo paradiso! 200 metri di spiaggia bianca e fine, mare cristallino e una natura selvaggia che le fanno da cornice: ve ne innamorerete!

Pranzo al sacco e via, alla scoperta di nuovi punti panoramici.

Sulla via del ritorno fermatevi alla Punta e Forte dell’Alycastre, prima di rientrare al villaggio.

Il Fort de l’Alycastre, lungo la strada che collega Porquerolles alla spiaggia di Notre Dame
Il Fort de l’Alycastre

La plage d’argent

Percorrendo la via principale del villaggio (con il mare alle spalle, girate questa volta a destra) noterete numerosi ristorantini e bar. Superate la Chiesa (alla vostra destra) con il suo grande piazzale – non a caso si chiama “Place d’Armes” – e il piccolo parco giochi e proseguite lungo un percorso per lo più asfaltato, ampio e pianeggiante. In soli 10 minuti di bici arriverete alla Plage d’’Argent: 500 metri di spiaggia di sabbia fine e bianca, circondata da una lussureggiante pineta. Questa è una delle spiagge più frequentate non solo per la facilità con cui può essere raggiunta e per la sua bellezza, ma anche per i servizi che si trovano: ristorante, bar, possibilità di noleggio pedalò.

La penisola del langoustier

Dalla Plage d’Argent considerate ca 40 minuti di pedalata (ca 4 km) per raggiungere la penisola del Langoustier. Il sentiero sterrato è decisamente più impegnativo e meno ampio del precedente; le discese si alternano a salite più faticose (se non allenati) seppur brevi. Sconsigliamo il percorso a bambini piccoli se muniti di proprie bici; se decidete di noleggiare un caddy da agganciare alla mountain bike per trasportare i bimbi, considerate la maggior difficoltà: in questo caso vi consigliamo di optare per una bici con pedalata assistita. Considerate anche che l’ultimo tratto prevede una discesa (e poi risalita) dal dislivello notevole: fate attenzione con il caddy e con i bambini.

La fatica del percorso viene ripagata dagli scorci mozzafiato sul mare e sulla città di Hyères in lontananza. Arrivati alla penisola, troverete alla vostra sinistra la “Plage Noire du Langoustier”: una baia raccolta dove il rosso dei sassi e delle rocce si sposa con il nero della sabbia, il blu del mare e il bianco della risacca.

La spiaggia nera del Langoustier con mare blu e rocce rosse
La Plage Noire du Langoustier

Attraversando il sentiero, esattamente all’opposto della spiaggia nera, troverete la “Plage Blanche du Langoustier”: due spiagge tanto vicine eppure così diverse!

La spiaggia bianca, per il colore della sua sabbia, si contrappone alla speculare spiaggia nera
La Plage Blanche du Langoustier

E dopo tanta fatica, rientrati al villaggio, un fresco gelato prima di riprendere il traghetto: una meritata ricompensa per gli intrepidi ragazzi!

Siamo sicuri che quest’isola incanterà anche voi.

Precedente GIORNATA MONDIALE della TERRA: rispettiamo il nostro pianeta Successivo GOLE DEL VERDON con bambini: lo spettacolare canyon europeo

4 commenti su “ISOLA DI PORQUEROLLES: a piedi o in bici alla scoperta di una natura selvaggia e incontaminata

  1. Questo post capita a fagiolo, proprio oggi ne parlavo con un’amica e le dicevo che è uno di quei posti che ci son sempre passata vicina ma non ho ancora mai preso quel traghetto. Lo sapevo che era bellissima!

    • famigliaesploramondo il said:

      Anche per noi è andata così: per un motivo o l’altro abbiamo sempre rimandato, fino a che siamo riusciti ad organizzare finalmente questa “due giorni” in Francia.

  2. Chiara il said:

    Ma che spiagge incantevoli. Onestamente devo dire che non conoscevo questa bella isola ma dalle foto sembra un piccolo paradiso.

Lascia un commento