LA ROSA DI TURAIDA: una romantica leggenda lettone

Se anche voi siete degli inguaribili romantici, resterete affascinati dalla leggenda della Rosa di Turaida, che racconta la storia di un’eroina di altri tempi, purtroppo ancora attuale per alcune donne dei giorni nostri.

Castello di Turaida
Il Castello di Turaida

Narra la leggenda che, a seguito di una feroce battaglia ai piedi del Castello di Turaida, lo scrivano di corte trovò una bimba in fasce tra le braccia della madre morta; la portò al Castello e la chiamò Maija, crescendola come una figlia. Ben presto, grazie alla sua bellezza, venne soprannominata “La Rosa di Turaida”.

Uomini provenienti sia dal Paese che da luoghi lontani, cui era giunta la fama della sua beltà, iniziarono a corteggiarla; fra questi anche un nobile polacco, Adam Jakubowsky, che la chiese in moglie.

Il cuore di Maija era però solo per Viktor, il giardiniere del Castello. 

Il castello di Turaida offre uno splendido panorama sulla verde valle solcata dal fiume
Turaida

Respinto dall’amata, lo spasimante trasse Maija in inganno: scrisse una lettera sotto le mentite spoglie di Viktor, attirandola alla grotta di Gutman. 

Piuttosto che cedergli, Maija preferì morire: convinse il nobile a provare la sua spada contro il mantello che lei era solita indossare, sostenendo fosse magico e rendesse immortale chi lo portava. L’uomo sferrò così la sua arma e la decapitò.

Viktor seppellì la sua amata sotto un tiglio e lasciò, disperato, il Paese.

Maija si era liberata di Adam: il suo amore eterno e fedele per Viktor divenne da allora una leggenda. 

Oggi la sua tomba è il luogo di pellegrinaggio di tutte le giovani coppie che vogliono giurarsi amore per sempre.

Precedente REPUBBLICHE BALTICHE: itinerario in auto a misura di famiglia Successivo La CASA del GATTO di RIGA: una curiosa leggenda lettone

2 commenti su “LA ROSA DI TURAIDA: una romantica leggenda lettone

Lascia un commento