LENNO e ISOLA COMACINA: relax e natura sul Lago di Como

Il Lago di Como offre scorci meravigliosi e luoghi incantevoli da visitare. Uno di questi è Lenno, dove si trova Villa Del Balbianello, alla quale abbiamo dedicato una intera mattina di visita e della quale vi abbiamo già parlato in un precedente post. Dopo la sua visita vi consigliamo di fermarvi presso l’imbarcadero del paesino, dove è piacevole pranzare seduti sulle sponde del Lago, cullati dalla placida risacca dell’acqua, scaldati dal sole, mentre i bambini gettano pane alle golose anatre.

Imbarcadero di Lenno
Imbarcadero di Lenno

Dall’Imbarcadero passeggiate sul lungolago fino alla Piazza dove spicca la Collegiata di Santo Stefano, gustatevi un buon gelato artigianale presso La Fabbrica del Gelato, e proseguite fino al pontile da cui partono i traghetti che attraversano il Lago di Como.

Qui avrete diverse possibilità: la prima è quella di imbarcarvi per una qualsiasi altra stupenda località posta sulle rive del Lago come, tra le più conosciute, Menaggio, Bellagio o Varenna e lì trascorrere il resto della giornata.

Una seconda possibilità è quella di utilizzare i traghetti come se fossero uno dei bus turistici ‘Hop-on, Hop-off’, ormai diffusi in tutte le più importanti città, e visitare la zona dall’acqua:

Itinerari in battello sul Lago di Como
  • Il ‘Pass Menaggio-Como’ (€23,30 adulti, €11,70 i ragazzi da 4 a 11 anni) vi permetterà di visitare il ramo del Lago di Como che da Como arriva fino a Menaggio, avvicinando località quali Argegno, Cernobbio o arrivare a Villa Carlotta, altra stupenda Villa da non perdere;
  • Il ‘Pass Lenno-Como’ (€19,40 adulti, €9,70 i ragazzi da 4 a 11 anni) permette di compiere pressoché lo stesso itinerario precedente, ad eccezione di Bellagio e delle località comprese tra Lenno e Menaggio;
  • Il ‘Pass Centro Lago’ (€15,00 adulti, €7,50i ragazzi da 4 a 11 anni) include la parte centrale del Lago e offre la possibilità di arrivare fino a Menaggio, Varenna, Bellagio, Cadenabbia, Villa Carlotta e Tremezzo.

Una terza possibilità è quella, evitando di spostarsi in macchina lungo la trafficata statale, di raggiungere l’Isola Comacina, posta a ca 15 minuti di navigazione da Lenno. Questa è stata la nostra scelta.

In battello da Lenno a Isola Comacina
In battello verso Isola Comacina

L’Isola è raggiungibile anche con un taxiboat da Sala Comacina, dove si trova un buon parcheggio a pagamento, ma vi consigliamo di non spostare in ogni caso l’auto se avete trovato un posto da qualche parte…potreste non essere nuovamente così fortunati.

Una volta arrivati a destinazione – noi abbiamo preso il battello delle 14.14 da Lenno (trovate qui gli orari aggiornati), che arriva all’Isola alle 14.35 – sbarcherete in un’area punteggiata da tavolini, dove potrete rilassarvi prendendo un gelato o un drink (i prezzi però non sono proprio economici…).

Imbarcadero Isola Comacina
Relax all’Imbarcadero di Isola Comacina

Se volete pranzare, seguite il breve sentiero alla vostra destra, che vi porterà all’unico ristorante del luogo. Se invece volete iniziare l’esplorazione dell’Isola, tenete la sinistra e, varcata una soglia, passerete davanti all’Imbarcadero dove giungono i taxiboats provenienti da Sala Comacina. Qui potrete pagare il vostro ingresso per accedere ai percorsi archeologico-naturalistici. I Soci FAI beneficiano di una riduzione del 25% sulla tariffa.

Ingresso ai sentieri turistici di Isola Comacina
L’ingresso ai sentieri turistici di Isola Comacina

L’Isola è piccola e piuttosto spartana e, con tutta tranquillità, la potrete visitare in poco più di un’oretta, anche percorrendo tutti e 4 i sentieri con bambini al seguito:

Mappa Isola Comacina
  • Il Viale del Poeta, che costeggia l’area dell’Isola rivolta verso Sala Comacina;
  • Il Sentiero degli Artisti, così definito perché nel 1939 Pietro Lingeri, con l’idea di rendere l’Isola una colonia per Artisti, costruì tre Case per Artisti sul modello di Le Corbusier. Le case andarono in disuso; furono in seguito restaurate nel 2009-2010 per accogliere artisti belgi e italiani in vacanza sul Lago durante l’estate.
Sentiero degli Artisti, Isola Comacina
Il Sentiero degli Artisti
  • Il Sentiero di Sant’Eufemia, sulla punta opposta dell’Isola rispetto a quella del vostro sbarco, che si snoda intorno alla notevole Basilica del XI secolo;
Basilica di Sant’Eufemia, Isola Comacina
Basilica di Sant’Eufemia
  • Il Sentiero Archeologico, lungo i quali si trovano Chiese e interessanti scavi.

I sentieri sono semplici ma in alcuni punti presentano lievi salite e passaggi nel prato: sconsigliamo pertanto l’uso del passeggino. I bambini si divertiranno ad avventurarsi fra i resti dei monumenti storici e correre nei prati. Ogni punto d’interesse è contrassegnato da un cartello esplicativo, sul quale potrete leggere interessanti informazioni.

Ci sono poi diverse aree dove è possibile fare pic-nic, attrezzate con qualche tavolino. Vista lago inclusa.

Isola Comacina area pic-nic
La Basilica di Sant’Eufemia e i prati dove fare pic-nic

Una volta rientrati alla base, potrete ammirare i raggi di sole del tardo pomeriggio lambire la costa, i monti circostanti e la riva, in un’atmosfera suggestiva e romantica.

Il battello vi riporterà poi a Lenno (noi abbiamo preso quello delle 16.44), dove riprendere l’auto…destinazione casa…o chissà!

Precedente MESSER TULIPANO al Castello di Pralormo: benvenuta Primavera! Successivo IN FATTORIA: scoprire la vita contadina a due passi da Milano

Un commento su “LENNO e ISOLA COMACINA: relax e natura sul Lago di Como

I commenti sono chiusi.