PIZZOCCHERI: una squisita specialità valtellinese

Non puoi trascorrere qualche giorno in Valtellina o fare un’escursione sulle sue cime, senza aver gustato una delle specialità che la rappresentano: i pizzoccheri.

Pizzoccheri della Valtellina
Pizzoccheri della Valtellina

Farina di grano saraceno, verze, patate e bitto -saporito formaggio tipico della zona che, con abbondante burro, rende ancor più goloso questo piatto – sono gli ingredienti di base.

È facile trovare qualche variante a seconda del paese o grazie al tocco personale di ogni famiglia, ma il gusto è sempre e comunque eccezionale!

LA RICETTA

Ingredienti per 4 persone

  • 400 gr farina di grano saraceno
  • 100 gr farina 0
  • 250 gr patate
  • 400 gr verza
  • 250 gr bitto
  • 200 gr burro
  • 3 spicchi di aglio
  • 3-4 foglie di salvia
  • sale q.b.

Pizzoccheri:

Mescola la farina con 250 g di farina di grano saraceno e impastale con 200 ml circa di acqua tiepida. Lavora la pasta sul piano di lavoro leggermente infarinato con la farina di grano saraceno, fino a ottenere una pasta liscia ed omogenea. Forma una palla, avvolgila nella pellicola e falla riposare per un’oretta.

Con il matterello stendi la pasta fino ad ottenere uno spessore di 2-3 mm; tagliala a listarelle di 1 cm di larghezza e 6 cm ca di lunghezza. Tieni da parte i pizzoccheri coprendoli con un canovaccio.

Condimento:

Sbuccia le patate, lavale e tagliale a pezzi. Pulisci la verza, tagliala a listarelle sottili e lavala.

Metti la verza e le patate in una pentola con abbondante acqua fredda, aggiungi il sale a piacere e cuoci per 20 minuti dall’ebollizione.

Aggiungi i pizzoccheri e fai cuocere per altri 5-6 minuti.

Preparazione

Scola pasta e verdure con l’ausilio di un mestolo e disponi una parte (circa un quarto) sul fondo di una pirofila ben calda.

Cospargi un po’ di formaggio bitto tagliato a cubetti e parte del burro fuso aromatizzato con gli spicchi di aglio intero e le foglie di salvia.

Prosegui fino ad esaurire gli ingredienti. Fai fondere il formaggio mantenendo la pirofila ben calda (o passandola per qualche minuto in forno); mescola delicatamente e servi.

BUON APPETITO!

Precedente PASQUA in Germania: la tradizione dell’albero pasquale Successivo GIORNATA MONDIALE della TERRA: rispettiamo il nostro pianeta

12 commenti su “PIZZOCCHERI: una squisita specialità valtellinese

  1. In assoluto il mio piatto invernale preferito!!ho la fortuna di avere mio fratello che li prepara divinamente e durante il mese di novembre la parola “pizzoccherata” diventa molto frequente!

  2. giulia il said:

    I pizzoccheri mi piacciono tantissimo, poi sperimento le diverse varianti con le coste o le verze. sempre squisiti

    • famigliaesploramondo il said:

      Bravissima!! Noi dobbiamo ancora imparare e a cucinarli… per ora li mangiamo e basta

  3. Marina il said:

    Mi hai fatto venire voglia di pizzoccheri quindi oggi li proverò a fare! Tanto il tempo da noi è più invernale che estivo!

    • famigliaesploramondo il said:

      Che brava! Noi siamo più pigri e li mangiamo al ristorante o… dalla nonna che è bravissima in cucina!

  4. Noi amiamo moltissimo i pizzoccheri,anche nella versione chiavennasca.
    Mio fratello é lo chef di famiglia per eccellenza e li prepara in un modo sublime.

    • famigliaesploramondo il said:

      Fatti in casa sono i migliori perché hanno un ingrediente in più: l’amore

I commenti sono chiusi.