Risaia di Sant’Angelo Lomellina e Riseria di Villa Biscossi: la nostra giornata.

I VIAGGI DI GRETA.

La scorsa settimana siamo andati in Lomellina, nel Pavese, per conoscere la coltivazioni e la lavorazione del riso, cioè attività del settore primario e secondario.

Appena arrivati, il Signor Daniele ci ha spiegato i mezzi per la coltivazione del riso, come il trattore e la mietitrebbiatrice che erano perfino più alti di noi: soprattutto la ruota posteriore del trattore era altissima.

Risaia, trattore
Il trattore
Risaia, mietritrebbiatrice
La mietitrebbiatrice

Successivamente ci ha spiegato il funzionamento dell’essicatore, un contenitore che custodisce il riso e lo secca.

Accompagnati dal Signor Daniele, siamo arrivati a una cascina circondata da delle risaie.

La cascina tra le risaie a Sant’Angelo Lomellina

Nella cascina un tempo vivevano le mondine; lì abbiamo visto i mezzi di una volta, ma c’erano anche le nuove mietitrebbiatrici.

Abbiamo osservato le risaie dal ciglio di un fosso e siamo entrati in una stanza contenente una montagna di riso con ancora sopra la lolla, la sua pelle; se si tengono le mani per tanto tempo nel riso con la lolla, cominciano a prudere.

Risaia Sant’Angelo Lomellina
Le risaie
Risaia Sant’Angleo Lomellina: la montagna di riso con la lolla
La montagna di riso con la lolla

Dopo aver pranzato a Sant’Angelo in Lomellina ci siamo recati in una riseria, un luogo dove si trasforma il risone in riso bianco per poi insacchettarlo e spedirlo.

Riseria Sirio Villa Biscossi

Nella riseria, il Signor Maurizio ci ha spiegato la lavorazione del riso. Due macchinari tolgono la pula e la lolla che servono la prima per fare la paglia e la seconda il mangime.

Riseria Sirio Villa Biscossi

Successivamente una macchina toglie il riso non commestibile dall’altro. Dopo aver scartato il riso, quello buono, attraverso un tubo viene trasportato nella macchina di insacchettamento.

Infine il Signor Daniele e il Signor Maurizio ci hanno regalato un sacchetto contenente dei biscotti di riso, il riso e un libretto con dei giochi, delle ricette e la spiegazione in breve della produzione del riso.

Questa gita è stata bellissima perché per me è stata molto educativa e poi perché è bello imparare nella natura.

Testo di Greta.

Photo credits: Maestra Paola Valle

Riseria Sirio: qui il link per scoprire di più.

Precedente Alla scoperta di Milano e del settore terziario Successivo LEONARDO & WARHOL - the genius experience

4 commenti su “Risaia di Sant’Angelo Lomellina e Riseria di Villa Biscossi: la nostra giornata.

Lascia un commento