Il CASTELLO SCALIGERO di Sirmione

Castello Scaligero di Sirmione sul Lago di Garda

Il Castello Scaligero di Sirmione, con le sue tre torri merlate, accoglie il visitatore al suo ingresso nella rinomata località lacustre. Un simbolo della città, interessante dal punto di vista culturale per gli adulti e affascinante per i ragazzi, subito proiettati con la fantasia ai tempi di dame e cavalieri.

Attraversato il ponte che conduce al Castello Scaligero, oggi in pietra ma un tempo un vero e proprio ponte levatoio, i nostri giovani esploratori hanno cercato di immaginarsi come dovesse essere la vita nel Medioevo. I cartelli esplicativi posti all’ingresso e lungo il percorso, oltre alle brochure in diverse lingue disponibili all’entrata, si sono rivelati un valido aiuto.

Torri merlate del Castello Scaligero di Sirmione con vista sulla darsena
Le torri merlate del Castello Scaligero

Cenni storici

Il Castello Scaligero di Sirmione deve il suo nome alla famiglia dei Della Scala, che nella seconda metà del trecento, dopo aver conquistato diversi territori, decidono di costruire delle fortificazioni per controllarli e difenderli.

Tra il 1387 e il 1404 il Castello diventa di proprietà di Gian Galeazzo Visconti, duca di Milano, a seguito dell’occupazione del territorio dei Della Scala.

Dal 1405 al 1797 Sirmione e il suo Castello Scaligero diventano parte della Repubblica di Venezia, prima di passare sotto il dominio di Francia e Austria. Infine, nel 1861, Sirmione viene annessa al Regno d’Italia e, con essa, anche il suo Castello.

Visitare il Castello Scaligero di Sirmione

Il Castello Scaligero gode di una posizione meravigliosa: all’entrata della città, è adagiato sul Lago di Garda.

Una volta varcato l’ingresso, si accede al cortile centrale, un tempo utilizzato come piazza d’armi per le esercitazioni militari, cinto dalle tre torri merlate, dal mastio, un tempo abitazione del castellano, e dal cassero, il dormitorio dei soldati.

Si sale quindi ai camminamenti di ronda attraverso la torre sud-ovest e, in seguito, al Mastio. Alto 37 metri, offre uno splendido panorama sulla città, ripagando della fatica.

Spostandosi nel secondo cortile, si nota un secondo accesso al Castello Scaligero costituito da ponti levatoi oggi chiusi al passaggio dei visitatori.

Il secondo cortile nasce inizialmente per scopi militari ma nell’800 diventa un’area coperta.

Il Castello Scaligero di Sirmione nasconde però anche un terzo cortile, quello della darsena, coronato da mura merlate. Da qui è possibile accedere al camminamento di ronda che volge sulla darsena, offrendo splendidi scorci sul Lago di Garda e sul Castello stesso.

La darsena del Castello Scaligero di Sirmione vista dal Mastio
Darsena del Castello Scaligero di Sirmione

Nella Darsena trovavano riparo le flotte scaligere e quelle veneziane; oggi rappresenta il più antico esempio di fortificazione portuale. Ristrutturata nel 2018, è visitabile dal pubblico.

Terminata la visita del Castello Scaligero, ti consigliamo di costeggiarlo per raggiungere la Passeggiata delle Muse, una panoramica e semplice passeggiata lungolago che piacerà a grandi e piccini.

Informazioni utili

Gli orari di accesso al Castello Scaligero sono stagionali. Ti consigliamo pertanto di consultare il sito www.musei.lombardia.beniculturali.it per restare aggiornato.

Tariffe

Accesso con passeggini

Per visitare il Castello Scaligero di Sirmione, occorre lasciare il passeggino all’ingresso: gli spazi contenuti e i camminamenti di ronda non consentono il passaggio.

Accesso nelle Fasi Covid-19

Per restare aggiornato sulle riaperture dei siti culturali, tra cui il Castello Scaligero, delle strutture ricettive e dei camminamenti, consulta il sito del Comune di Sirmione

2 Risposte a “Il CASTELLO SCALIGERO di Sirmione”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.