Cosa fare a Cardada, la montagna che non ti aspetti

Cardada è stata una vera sorpresa: panorami splendidi e diverse attrazioni adatte a tutta la famiglia. Un luogo dove trascorrere una piacevole e rilassante giornata, pranzando in una delle aree picnic a disposizione o in uno dei ristoranti vista lago.

Raggiungere Cardada è già di per sé un divertimento: dal centro di Locarno parte infatti una funicolare che si arrampica alle spalle della città fino alla partenza della funivia Orselina-Cardada. Il tragitto dura una manciata di minuti ma per i ragazzi l’avventura inizia già da qui.

Funicolare Locarno - Orselina

La funivia Orselina-Cardada

La funivia Orselina-Cardada collega la località a Cardada: parte da 395 mt s.l.m. per raggiungere i 1340 mt s.l.m., offrendo durante l’intero percorso una splendida visuale sul Lago Maggiore e sulla città di Locarno.

Partenza della funivia Orselina - Cardada

Il design delle cabine e le stazioni di arrivo e partenza della funivia sono state progettate dall’architetto ticinese Mario Botta in collaborazione con l’architetto Paolo Pedrazzini.

I prezzi non sono molto economici (trovi orari e tariffe sul sito ufficiale della Funivia Orselina-Cardada) ma, durante l’estate, è possibile usufruire di alcune agevolazioni.

Noi abbiamo scelto di approfittare della promozione Up & Eat che, con un piccolo sovrapprezzo sulla tariffa (6 euro in più per gli adulti e 3 euro per i ragazzi fino a 16 anni), offre il trasporto andata e ritorno sia in funivia che sulla seggiovia che collega Cardada a Cimetta e permette di pranzare in uno dei ristoranti dell’area.

Cosa fare a Cardada

All’arrivo della funivia a Cardada hai diverse opportunità, una più interessante dell’altra, per esplorare la zona e divertirti. Paesaggi spettacolari e attrazioni ti attendono per trascorrere un’allegra giornata in famiglia.

Swing the World

Ti abbiamo raccontato di questo progetto nel nostro articolo sulle altalene Swing the World e le altalene di Nara, nella Val di Blenio.

A Cardada si trova una seconda installazione, meno panoramica di quella di Nara ma pur sempre divertente. L’altalena si trova accanto all’arrivo della funivia Orselina.

Altalena progetto Swing the world Cardada Locarno

La cornice del Grand Tour Of Switzerland

Cardada è uno dei punti d’interesse del Grand Tour of Switzerland, l’itinerario suggerito per conoscere i punti più famosi e spettacolari della Svizzera. Nelle località toccate da questo percorso sono installate delle cornici per scattare splendide foto, a prova di Instagram.

La cornice è situata accanto alla Funivia Orselina, di fronte all’altalena di Swing the World.

Grand Tour of Switzerland Cardada Locarno

Il percorso plantare

Per rilassarsi dopo un’intensa settimana lavorativa, non c’è niente di meglio che togliersi le scarpe e camminare lungo il percorso plantare, riattivando la circolazione e dando nuova energia al nostro corpo.

Il percorso si snoda nel bosco accanto all’altalena Swing the World.

Percorso plantare Cardada Locarno

La Big Bench

Conosci sicuramente il progetto Big Bench, le Panchine Giganti realizzate da Chris Bangle per sostenere il turismo e l’artigianato locale dell’Alta Langa, ma oggi diffuse in Italia anche oltre la Regione Piemonte.

Così come le altalene di Swing the World, anche le Big Bench sono posizionate in luoghi panoramici di particolare interesse.

Non sappiamo se anche la panchina gigante di Cardada rientri in questo progetto essendo oltre confine (dal sito ufficiale Big Bench Project sembrerebbe non farne parte), ma sicuramente vale la pena salirci per sentirsi piccoli di fronte alla bellezza della natura che ci circonda.

Big Bench Cardada Locarno

Il Promontorio Paesaggistico di Cardada

Una passerella situata accanto alla Panchina Gigante attraversa un breve tratto di bosco per affacciarsi sul Lago Maggiore e le valli circostanti, offrendo un panorama a 180°.

La piattaforma di osservazione è sospesa nel vuoto, trattenuta da grossi cavi d’acciaio ed è quindi essa stessa un’attrazione da non perdere.

I parchi gioco

Tra l’arrivo della funivia Orselina-Cardada e la partenza della Seggiovia Cimetta si trovano alcune installazioni di gioco, perfette per i bambini. Una grande Arca di Noé e una scacchiera gigante fanno divertire anche i ragazzi più grandi.

L’altalena coordinata

Mettiti alla prova coordinando i tuoi movimenti con quelli di un tuo amico: solo così, trovando il giusto ritmo, potrai dondolarti allegramente.

Altalena coordinata a Cardada, gioco di coordinamento

Il sentiero ludico

Un grosso cartello all’arrivo della funivia indica la posizione dei diversi punti di interesse, fra cui il sentiero ludico.

Lungo il pianeggiante percorso che si snoda per 1.2 km nel bosco, è possibile cimentarsi in originali giochi educativi, tra cui le colonne comunicanti e il carosello centrifugo.

Iniziò del percorso ludico con giochi didattici a Cardada
Inizio del sentiero ludico

La caccia al tesoro

La caccia al tesoro è un’esperienza divertente che coinvolge tutta la famiglia.

Richiedi la mappa alla partenza della funivia Orselina-Cardada e, accompagnato dallo scoiattolo Squitty, scopri i punti più interessanti dell’area.

Trova i cartelli che rappresentano alcune delle impronte di animali raffigurate sulla cartina e, una volta individuate, riconsegna la mappa per ricevere un’utile sorpresa.

Mappa del tesoro Cardada
La mappa della caccia al tesoro

La seggiovia Cimetta

Una delle attrazioni di Cardada è sicuramente la seggiovia Cimetta. Si tratta di un mezzo di trasporto a due posti che collega Cardada a Cimetta, posta a 1670 mt s.l.m.

La seggiovia è molto particolare: le sue sedute, anziché essere posizionate in modo da viaggiare parallelamente ai pali che sostengono l’impianto, sono ruotate di 90°. Questo permette di ammirare appieno il panorama: all’andata il Lago, mentre al ritorno la splendida valle.

L’aspetto retrò della seggiovia rende il viaggio ancor più poetico e romantico.

Seggiovia particolare in Svizzera a Cardada-Cimetta
La particolare seggiovia Cardada-Cimetta

L’Osservatorio Geologico di Cimetta

A pochi passi dall’arrivo della seggiovia Cimetta si trova una piattaforma dalla forma rotonda: è l’Osservatorio Geologico, da cui si gode una magnifica vista a 360°C che ti lascerà senza fiato.

E’ curioso scoprire che si possono da qui osservare il punto più basso della Svizzera, ovvero il Lago Maggiore, e il punto più alto, ovvero la punta Dufour nel massiccio del Monte Rosa.

Sicuramente noterai una riga rossa che attraversa la piattaforma dell’osservatorio: evidenzia l’area in cui si trova la Linea Insubrica, una sorta di “cucitura” della superficie terrestre, generatasi a seguito dello scontro fra la placca tettonica europea e la placca africana. Oggi segna il confine tra la placca euroasiatica e quella adriatica.

Sulla piattaforma sono inoltre esposte alcune delle tipologie di roccia che si trovano qui, ben spiegate da cartelli illustrativi.

Linea Insubrica a Cimetta in Svizzera che divide placca europea da placca africana
Indicazione della Linea Insubrica all’Osservatorio Geologico

Dove pranzare a Cardada

Diverse sono le possibilità per pranzare tra Cardada e Cimetta.

  • Picnic: oltre ai bei prati con vista sul Lago e sulle montagne, ci sono alcune aree attrezzate con tavoli e panche.
  • Alberghi, capanne e ristoranti: offrono ottimi piatti sia locali che internazionali a prezzi “svizzeri” (prosciutto e melone, per esempio, a 28 €!). Per pranzare invece senza spendere un capitale, in estate approfitta della tariffa Up & Eat, di cui ti abbiamo parlato ad inizio articolo, che permette di gustare il piatto del giorno con soli 6€ per gli adulti e 3€ per i ragazzi (anziché indicativamente 20-28€). Le bevande sono escluse dalla promozione; noi abbiamo pagato 4.50€ la birra, 5€ la coca, 9€ un litro d’acqua (!) e 2,50€ un espresso: pranzerete quindi lautamente con un importo medio di ca. 12 euro. I ristoranti sono tutti posizionati in luoghi panoramici per deliziare non solo il palato, ma anche la vista. Noi abbiamo scelto di fermarci all’Albergo Ristorante Cardada, proprio accanto alla funivia ed abbiamo apprezzato l’ottima e abbondante cucina; il menù del giorno prevedeva insalata come starter e medaglioni di tacchino con polenta o patatine. Il proprietario è lo stesso della Capanna Cimetta, situata all’arrivo della seggiovia. Il personale è gentile ed è riuscito ad accontentare anche alcune nostre piccole richieste di variazione del menù. Se opti per la promozione Up & Eat, ti suggeriamo di chiamare il ristorante scelto per assicurarti di trovare posto (almeno quando arrivi a Cardada).

Come raggiungere Cardada

Il modo più semplice e pratico per raggiungere Cardada è quello di lasciare l’auto a Locarno, prendere la funicolare Locarno – Orselina e infine la funivia Orselina – Cardada.

Sono diversi gli autosilo in città; noi abbiamo optato per il Parking Locarno Centro, a soli 100 mt circa dalla Funicolare. Porta con te il biglietto del parcheggio e fallo obliterale alla partenza della funivia: beneficerai del 50% di sconto sulla tariffa dell’autorimessa. Per tutta la giornata abbiamo speso 9€ anziché 18€.

Cosa fare nei dintorni di Cardada

Se, come noi, sarai in vetta presto, avrai poi tempo per visitare anche:

  • Il Santuario della Madonna del Sasso, che ospita diverse opere d’arte di importanti artisti come ad esempio il Bramantino. Il Santuario dista solo 5 minuti a piedi dalla partenza della funivia Orselina – Cardada e dal capolinea della funicolare. Per tornare a Locarno senza risalire fino a quest’ultimo, potrai usufruire della fermata “Santuario”, che viene effettuata su richiesta o quando presenti persone alla partenza.
Santuario Madonna del Sasso a Locarno In Svizzera
Santuario Madonna del Sasso
  • Locarno: la cittadina svizzera è piuttosto sonnacchiosa la domenica, quando i negozi sono chiusi e gli abitanti preferiscono rilassarsi sulle montagne che la circondano o nelle splendide valli. Vale comunque la pena passeggiare per le sue vie e sul bel lungolago, prima di riprendere la strada di casa.
Centro storico di Locarno
La piazza principale di Locarno

Scopri tante altre località e passeggiate non lontane dal confine nella sezione “Svizzera” del nostro blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.