Lago di Sartirana, una passeggiata nella natura in Brianza

Riserva Naturale Lago di Sartirana

Il Lago di Sartirana è un luogo ideale per una passeggiata nella natura in Brianza, nei pressi di Merate. Se sei alla ricerca di un percorso facile per un pomeriggio rilassante in famiglia, questo lago fa proprio per te!

Stanchi di restare chiusi in casa, abbiamo approfittato di una delle poche giornate in zona gialla per trascorrere un sereno pomeriggio circondati dalla natura. Non avevamo voglia di percorsi impegnativi: abituati a stare ormai quasi sempre seduti in smart working, cercavamo un sentiero semplice per rifare conoscenza con i nostri muscoli.

Oasi naturale Riserva del Lago di Sartirana
Un’oasi naturale

Il Lago di Sartirana: un’oasi naturale

Il Lago di Sartirana, situato in Lombardia, prende il nome dal paese di Sartirana, frazione di Merate, che vive sulle sue sponde. Dal 1983 è una “Riserva Naturale Regionale della Regione Lombardia”, compresa fra il Parco Regionale dell’Adda Nord e il Parco Regionale di Montevecchia e della Valle di Curone. Nel 2003, questo bacino di origine morenica, ha anche ottenuto il riconoscimento di “sito di interesse comunitario”. Le sue acque raggiungono una profondità massima di 3,50 metri mentre il percorso ad anello che si snoda lungo le sue sponde è di circa 2 km.

Una passeggiata didattica, che permette ai bambini di conoscere la flora e la fauna endemica.

Chissà se riuscirai a scovare tra i canneti qualche anfibio o rettile: ci sono rane, salamandre e tartarughe ma anche bisce! Più nascosti alla vista umana trovano qui il loro habitat ideale anche diversi splendidi mammiferi come il ghiro, la donnola, la faina, la volpe, il tasso, il riccio e lo scoiattolo rosso, mentre tra gli alberi morti soggiornano i “demolitori”: larve, coleotteri e organismi piccolissimi che vivono e si riproducono nel legno morto.

alberi morti dove soggiornano i demolitori al Lago di Sartirana
Alberi morti dove soggiornano i “demolitori”

Anche in inverno potrai ammirare diversi volatili, come l’airone cenerino o l’airone rosso, il martin pescatore, il germano reale, la folaga e la gallinella d’acqua. Il lago di Sartirana è perfetto per il birdwatching, tanto che lungo il percorso di trova un capanno in legno da cui poter osservare gli uccelli.

Il lago è popolato da diversi tipi di pesce: l’alborella, il pesce persico, il boccalone, l’anguilla e la carpa. Alcuni raggiungono il Lago di Sartirana per pescare in periodi ben definiti, ben sapendo che alcune specie devono essere rigettate in acqua.

Il percorso ad anello lungo il Lago di Sartirana

Che decidiate di partire dalla sponda destra o dalla sponda sinistra del lago, il paesaggio è ugualmente interessante. Noi abbiamo scelto di seguire il percorso in senso antiorario, che parte alla destra della piccola chiusa.

In giornate di sole è possibile ammirare i monti circostanti: il Resegone, la Grignetta e il Monte Albenza. Purtroppo, la nebbia ha nascosto le vette ai nostri occhi.

Il sentiero è in terra battuta e, in alcuni tratti, sono presenti delle passerelle per agevolare il passaggio. Completamente pianeggiante, è adatto anche ai passeggini, a meno che non abbia appena piovuto e il sentiero sia quindi fangoso.

I canneti lasciano spazio ad una zona di alberi morti, dove si trovano i già citati demolitori, prosegue costeggiando alcune case per poi ritornare verso il punto di partenza passando accanto ad altre isole di canneti.

A metà del tratto di ritorno, una passerella conduce ad un capanno in legno da cui poter ammirare gli uccelli. Un luogo di pace e serenità che regala una bella visuale sul lago.

Alcuni alberi dalle forme strane catturano la nostra attenzione, qualche anatra si nasconde tra i canneti e alcune gallinelle d’acqua nuotano rapidamente verso di noi nella speranza, forse, di riceve del cibo.

Rientrati al punto di partenza, sostiamo alla piccola chiusa per qualche scatto fotografico e un ultimo sguardo al lago.

Il percorso è breve ma molto rilassante!

Il Lago di Sartirana: come arrivare

Per raggiungere il Lago di Sartirana, impostare sul navigatore Via Don Consonni, Sartirana. Sartirana è una frazione di Merate.

Parcheggi: ci sono diversi parcheggi nei pressi del Lago, oltre ad uno di fronte alla Scuola Elementare in Via Giovanni Paolo I. Poco più avanti, una chiusa e un piccolo canale segnano l’ingresso all’Oasi Naturale.

È possibile seguire il percorso sia in senso orario che in senso antiorario, trattandosi di un percorso ad anello.

Informazioni utili:

  • Lunghezza del percorso ad anello: circa 2 km
  • Tempo di percorrenza: 1 ora circa, effettuando diverse soste
  • Dislivello: 0 m – sentiero completamente pianeggiante
  • Difficoltà: facile
  • Passeggini: sì, il sentiero è in terra battuta e presenta tratti con passerelle in legno.

Divieti

Alla Riserva Naturale del Lago di Sartirana vigono alcuni divieti:

  • Campeggio
  • Accensione fuochi
  • Balneazione e navigazione
  • Caccia
  • Introduzione di specie non autoctone
  • Accesso a cavallo e in bicicletta
  • Accesso sul lago ghiacciato
mappa del Lago di Sartirana e divieti

Ti piace la natura? Che ne dici di una passeggiata nella Riserva Naturale Pian di Gembro, in Valtellina? Corri subito a leggere come raggiungerla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *