Parc Animalier d’Introd: natura e animali “in a nutshell”

Natura e animali in un “guscio di noce”, come si usa dire in inglese: al Parc Animalier d’Introd, senza affrontare lunghi percorsi in alta montagna o elevati dislivelli, puoi trovarti faccia a faccia con la volpe, gli stambecchi e le marmotte.

Un parco che permette di vivere a contatto con gli animali endemici, grazie ad un semplice percorso che si snoda sul fianco della montagna che sovrasta il paesino d’Introd, in Valle d’Aosta. Un sentiero percorribile anche in passeggino, adatto dunque a grandi e piccini.

Il Parc Animalier d’Introd: un’oasi protetta

Il Parc Animalier d’Introd è un’oasi all’interno della quale vivono specie tipiche della montagna. Alcuni esemplari sono nati all’interno del parco, mentre altri sono stati trasferiti da Centri di Recupero per gli Animali.

Un luogo dove gli animali sono accuditi con amore, dove sono le persone a sentirsi “in gabbia”. Sebbene infatti alcune recinzioni delimitino le aree di ciascuna specie, anche a loro tutela, sono i visitatori ad avere meno spazio di azione, per dare maggior agio agli abitanti del Parco.

Stambecchi al Parc Animalier d'Introd

Il percorso all’interno del Parc Animalier d’Introd

Una grande scritta sul pendio della montagna e una baita segnalano la presenza del Parc Animalier d’Introd. La casetta in legno è il punto di partenza del sentiero. Al suo interno si trovano la biglietteria ed un grazioso negozio di souvenirs, mentre accanto ad essa una Ape Car adibita a bar vende bibite e snacks: il punto giusto dove rifornirsi di cibarie per un picnic all’interno del parco o per un momento di relax prima o dopo la visita.

Varcata la soglia d’ingresso, si incontrano dapprima le tane di alcuni ricci che dormono beati e, subito dopo, un bel laghetto, dimora di pesci ed anfibi. Poco più avanti una marmotta sgranocchia una foglia di insalata mentre altre fanno da sentinella, segnalando la nostra presenza.

Se già sei stanco, puoi sostare nella prima delle due aree picnic, dove si trova anche un grazioso parco giochi per i più piccoli ed una toilette.

Area picnic Parc Animalier d'Introd
Area picnic

Proseguendo lungo il sentiero ad anello ci si imbatte nelle casette dei rapaci. Quattro dolcissimi occhi incrociano il mio sguardo: sono quelli di due allocchi. Uno gira la testa in modo robotico, mentre l’altro è attanagliato dal sonno e tenta, a fatica, di tenere aperti i suoi grandi e tondi occhi neri.

Non tutti i rapaci del parco ci riserveranno la stessa tenera accoglienza: l’aquila continua ad emettere uno stridulo suono, il gufo reale se ne sta in disparte e non ci degna di attenzioni, mentre la civetta delle nevi ci volge il suo sguardo irritato e si muove con passo militare all’interno della sua dimora. Altri, come i barbagianni, riposano invece senza prestare attenzione a quanto accade intorno a loro.

Poco distanti, giocano i due nuovi nati del Parco: Astra e Azeneca, due piccoli cinghiali con il loro manto ancora striato. La mamma li osserva attenta, pronta ad intervenire non appena qualche visitatore dedica loro qualche attenzione di troppo. Accanto, separato da un divisorio, dormono due grossi cinghiali che, con i loro denti aguzzi, invitano a stare lontano dalla recinzione.

Se si è fortunati, si possono osservare gli stambecchi giocare e innescare qualche piccola battaglia, la lepre saltellare nei prati e la volpe uscire dalla propria tana, muovendosi quasi raso terra lungo i sentieri dell’area a lei riservata.

All’interno del parco potrai anche osservare un magnifico cervo con la sua impalcatura e dei dolci camosci, con i quali potrai passeggiare senza alcuna barriera a protezione.

Altri piccoli animali popolano il Parc Animalier D’Introd, come il dormiglione tasso e il simpatico scoiattolo.

Presto nel parco arriveranno altri animali provenienti da centri di recupero: un’occasione per tornare a visitarlo.

Mappa Parc Animalier d'Introd
Mappa del Parc Animalier d’Introd

Un animale poco socievole: il Greundzo

Uno degli animali meno socievoli del Parco è invece il leggendario Greundzo, presente unicamente nei boschi della Valle d’Aosta. Vive lontano dall’uomo e dagli altri abitanti della foresta, ad eccezione di un simpatico scoiattolo che gli resta, suo malgrado, sempre vicino.

“Greundzo”, nella lingua francoprovenzale, significa “di cattivo umore, ingrugnito, corrucciato”. Avrai capito che si tratta di un animale mitologico, uno sgraziato anti-eroe che evita tutti. Attenzione però a non percorrere i suoi sentieri, per non diventare proprio come lui. Anche tu conosci qualcuno un po’ Greundzo?

Greundzo animale mitologico leggendario
La tana del Greundzo

Piante e fiori della Valle d’Aosta

Lungo il percorso potrai ammirare splendide piante e fiori della Valle d’Aosta. La permanenza nel parco diventa così un’occasione per conoscere la flora e la fauna endemica regionale.

Per poterla scoprire al meglio, alcuni cartelli indicano la specie di appartenenza.

Picnic all’interno del parco

All’interno del parco è possibile effettuare un bel picnic nella natura, in una delle due aree appositamente attrezzate. Nella prima, la più vicina all’ingresso, ci sono anche alcuni giochi per bambini; la seconda si trova invece in prossimità dell’area dedicata ai rapaci ed è coperta: perfetta quindi in caso di pioggia.

Sono naturalmente a disposizione dei bagni nei pressi delle aree picnic e all’ingresso.

Se non hai portato con te qualcosa per pranzare al sacco, puoi acquistare un panino o una crespella alla nutella all’ingresso del parco.

Informazioni Utili

ORARI D’APERTURA

Il Parco è aperto tutti i giorni (anche nei festivi) dalle 9.30 alle 18 con orario continuato.

Tariffe 2021

  • Adulti: 9.50€
  • Bambini 0-3 anni: gratuito
  • Ragazzi 4-14 anni: 7.00€

Ti invitiamo a consultare orari e tariffe riservate ai gruppi sulla pagina dedicata del Parc Animalier d’Introd.

Alla biglietteria abbiamo ricevuto anche dei buoni sconto per ingressi agevolati ad altre attrazioni presenti in Valle d’Aosta.

Lunghezza del Percorso e durata della visita

Il percorso è lungo circa 2 km e può essere visitato in circa 1h30, in funzione del tempo di permanenza presso ciascuna area dedicata ai singoli animali del parco.

Accesso in Passeggino

I sentieri del parco, in terra battuta, possono essere percorsi anche in passeggino, sebbene non siano sempre pianeggianti.

Accesso con i cani

Per ragioni di sicurezza, i cani non possono accedere al parco. Sono però a disposizione degli spazi d’attesa per il proprio animale da compagnia, dove potrà aspettarti mentre effettui la tua visita.

pARCHEGGIO

Tre parcheggi sono a disposizione dei visitatori. Il primo, non molto grande, è situato di fronte all’ingresso, mentre gli altri ad alcune centinaia di metri.

Souvenir

Al termine della visita potrai acquistare graziosi souvenirs, alcuni dei quali di artigianato locale, presso il negozio situato presso la biglietteria.

COme raggiungere il Parc Animalier d’Introd

Da Milano, seguire l’autostrada A5 Torino-Aosta fino all’uscita Aosta Ovest, quindi imboccare la SS26 in direzione Courmayeur. Una volta superato il paese di Villeneuve, al bivio proseguire sulla destra verso Introd.

GPS: 45.693234, 7.178733

Cosa vedere ad Introd

Il piccolo paese d’Introd offre altre interessanti attrattive:

  • Castello d’Introd, voluto dal nobile Pierre Sarriod intorno al 1260 ed abitato fino agli inizi del XX Secolo;
  • Maison Bruil, un’antica casa rurale, oggi museo dedicato all’alimentazione tradizionale;
  • Maison Musée Jean Paul II, in memoria di Giovanni Paolo II, che era solito soggiornare in Valle d’Aosta

Per gli amanti della Natura consigliamo anche…

Se ami le Oasi Naturalistiche e i Centri per il recupero degli animali, ti consigliamo di visitare anche l’Oasi di Sant’Alessio e l’Osservatorio Eco-Faunistico Alpino di Aprica, in Valtellina.

8 Risposte a “Parc Animalier d’Introd: natura e animali “in a nutshell””

  1. Perfetto per amanti della natura grandi e piccini , può diventare un’ottima alternativa alle domeniche d’estate trascorse nelle spiagge affollate

  2. Mi segno assolutamente questo parco: prima di tutto perchè si tratta di un parco dove gli animali vengono rispettati e secondariamente perchè finalmente si tratta di un parco accessibile veramente a tutti, anche ai genitori con i bimbi piccoli con passeggino, yeah!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *