Castiglione Olona, Isola di Toscana in Lombardia

Castiglione Olona è un delizioso borgo quattrocentesco in provincia di Varese, noto come “l’Isola di Toscana in Lombardia”. Le motivazioni di questa denominazione sono diverse. Secondo alcune fonti, fu Piero Chiara a dare questa definizione di Castiglione Olona. Secondo altre, fu Gabriele d’Annunzio per le case in cotto rosso e per la pianta urbanistica che gli ricordavano il Rinascimento Toscano.

Per altre ancora, Castiglione Olona è associato alla Toscana per la presenza di pittori toscani quali Lorenzo di Pietro detto il Vecchietta e Paolo Schiavo. Un’altra corrente di pensiero, quella a cui noi personalmente facciamo più affidamento, attribuisce tale definizione al fatto che il Cardinal Branda Castiglioni sia stato il promotore “dell’umanesimo toscano in Lombardia”.

A guardarlo dall’alto e passeggiando tra le sue vie, a noi è proprio sembrato di essere nella splendida Toscana, con quella sua atmosfera sospesa nel tempo. Un viaggio nel Centro Italia, a pochi passi da casa.

Cosa vedere a Castiglione Olona

Prima di addentrarti tra le vie di Castiglione Olona, ti consigliamo di ammirarlo dall’alto. Ottimo punto panoramico è il parco antistante il Castello di Monteruzzo, ex villa ottocentesca oggi utilizzata per congressi ed eventi; da qui la vista spazia sulla Valle Olona e sull’intero borgo varesino.

Accanto al Castello si trova un chiosco ed un parco giochi, perfetto per far divertire i bambini prima o dopo la visita culturale. Trovi inoltre un piccolo parcheggio, perfetto per raggiungere in pochi minuti il centro storico, non accessibile alle auto.

Castello di Monteruzzo a Castiglione Olona
Castello di Monteruzzo

Corti e palazzi medievali a Castiglione Olona

Poche decine di metri dopo aver varcato la porta d’ingresso al borgo varesino, lungo via Roma, si accede sulla sinistra ad una corte medievale del XIV secolo. Questa è stata la nostra prima tappa: quando ha luogo la Fiera del Cardinale, il cortile si anima di bancarelle, in particolare quelle dedicate ai vinili. Con un figlio appassionato di vecchi dischi, non potevamo che fermarci qui!

Corte medioevale a Castiglione Olona
Corte medioevale

Accanto alla corte medioevale, si trova il Palazzo Clerici, del XV Secolo, normalmente non visitabile, di cui ci ha affascinato la decorazione del cancello.

Palazzo Clerici a Castiglione Olona
Palazzo Clerici

Museo di Arte Plastica

All’interno della Corte Medioevale, e più precisamente nelle sale affrescate del trecentesco Palazzo dei Castiglioni di Monteruzzo, ha sede il Museo di Arte Plastica che raccoglie cinquanta opere realizzate negli anni Settanta. Il biglietto è cumulativo con il Museo Civico Branda Castiglioni.

Museo Civico Palazzo Branda Castiglioni

Giunto in Piazza Garibaldi, piazza principale del borgo, ti consigliamo di visitare il Museo Civico Palazzo Branda Castiglioni, un tempo dimora del Cardinale Branda Castiglioni, al cui interno si trovano affreschi dei maestri toscani Masolino e Vecchietta, oltre che di pittori lombardi.

Fu proprio il Cardinale Branda Castiglioni, a partire dal 1421, a trasformare Castiglione Olona nel primo esempio di “umanesimo toscano” in Lombardia.

Il Palazzo è rimasto a lungo di proprietà della famiglia Castiglioni fino a quando nel 1980 il Conte Lodovico Castiglioni ha ceduto parte dell’abitazione al Comune di Castiglione Olona, che l’ha restaurata e trasformata in Museo Civico.

Salita la scala in pietra serena si raggiunge la Loggia Rinascimentale, che si affaccia su Piazza Garibaldi e che nasconde affreschi attribuiti a Lorenzo di Pietra, “Il Vecchietta”.

Una delle sale che più ci ha affascinato è la Camera del Cardinale, dalle rosse pareti affrescate con puttini, alberi da frutta, fiori ed erbe aromatiche. Il letto che troneggia al suo interno è detto “Letto del Cardinale”, sebbene non sia appartenuto al Cardinale Branda Castiglioni, ma a qualche nobile della sua famiglia, il cui stemma sormonta il grande camino in pietra del ‘400.

Camera del cardinale
Camera del Cardinale

Accanto alla Camera del Cardinale, il suo Studiolo dove spicca il grande affresco “Paesaggio Ungherese di Veszpréem”, località in cui il Cardinale fu legato pontificio dal 1410, realizzato da Masolino da Panicale e Lorenzo di Pietro. L’affresco è unico al mondo: realizzato si presume nel 1435, non rappresenta alcun personaggio con la propria storia di vita.

Masolino Paesaggio Ungherese di Veszpréem
“Paesaggio Ungherese di Veszpréem” del Masolino

Del Masolino è anche il ritratto di una fanciulla incastonato in un fregio in cui si alternano puttini e medaglioni con lo stemma del Cardinale. Per appassionati viaggiatori, da non perdere i due mappamondi del XVII secolo, uno astronomico ed uno geografico.

Oltre alla Sala della Quadreria con il suo imponente camino ed i suoi quadri, abbiamo trovato di particolare bellezza la Sala dei Fregi e la Cappella Cardinalizia di San Martino, con la splendida volta affrescata, la cui realizzazione viene attribuita a “Il Vecchietta”.

Sala dei Fregi a Palazzo del Cardinal Branda Castiglioni

Chiesa del SS. Corpo di Cristo (Chiesa di Villa)

Su Piazza Garibaldi si affaccia anche la Chiesa del SS. Corpo di Cristo, detta anche Chiesa di Villa, ovvero “del villaggio, del borgo”, eretta dal Cardinal Branda Castiglioni. Realizzata dal Vecchietta, la chiesa ha ispirazioni brunelleschiane, assoluta novità per il periodo e per l’area milanese improntata allo stile tardo-gotico. Spiccano sulla facciata due statue dalle imponenti dimensioni e rappresentanti Sant’Antonio, protettore degli animali e San Cristoforo, protettore di chi doveva guadare i fiumi.

Chiesa di Villa a Castiglione Olona
Chiesa di Villa

Complesso Museale della Collegiata

Il Complesso Museale della Collegiata nasce sulle rovine di un antico castello, di cui si conservano il portone d’ingresso con i resti della cinta muraria e delle strutture che sostenevano il ponte levatoio.

Collegiata di Castiglione Olona
Collegiata

Costruita nel 1425 da tre architetti del Canton Ticino, i fratelli Solari, la Chiesa richiama l’architettura della tradizione romanico lombarda con i suoi mattoni a vista, la facciata a capanna ed il fregio di archetti in cotto. Le sculture interne sono invece in arenaria, pietra proveniente dalle cave della vicina località di Malnate.

Meraviglioso è l’interno, con affreschi di tre artisti toscani. Le vele della volta, affrescate da Masolino da Panicale, rappresentano la vita di Maria; i personaggi si allungano seguendo le linee architettoniche mentre la delicatezza dei volti e la luminosità dei colori incantano il visitatore.

Alla sinistra dell’altare, il sarcofago del Cardinal Branda Castiglioni; all’interno del museo è possibile ammirare da vicino una riproduzione.

Affreschi di Masolino a Castiglione Olona
Volta affrescata dal Masolino

Il Battistero

Il Battistero ci ha lasciato senza parole per lo stupore: interamente realizzati da Masolino da Panicale, gli affreschi, con il loro tripudio di colori, narrano la vita di San Giovanni Battista. I paesaggi sembrano reali e, grazie ad architetture illusionistiche, regalano la sensazione di aprirsi davvero davanti al visitatore. Le montagne che adornano la scenda del “Battesimo” ricordano le le Prealpi lombarde, mentre l’altrettanto celebre “Banchetto di Erode” racconta tre differenti episodi in un unico spazio.

Il Museo

Tra la Chiesa e il Battistero è situato un piccolo museo. Tra i reperti di maggior nota, sicuramente va menzionato il “Curriculum Vitae” del Cardinal Branda Castiglioni, una pergamena che racconta la vita e opere del Cardinale, ritrovata solo nel 1935 durante una ricognizione della sua tomba.

Ci ha molto affascinato anche il velo ricamato che era posato sul suo volto: molto ben conservato, ha ricami di ispirazione probabilmente nordica.

Velo funerario del Cardinale Branda Castiglioni
Velo del Cardinal Branda Castiglioni

La Fiera del Cardinale di Castiglione Olona

La Fiera del Cardinale ha luogo ogni prima domenica del mese: espositori della zona, artigiani e collezionisti si incontrano lungo le vie del borgo, all’interno delle corti medioevali e nelle piazzette di Castiglione Olona.

Ti consigliamo di visitare il paesino proprio durante questa manifestazione, quando il borgo prende vita e sembra di fare un salto indietro nel tempo.

Non solo oggetti vintage e d’antiquariato, ma anche realizzazioni artigianali. Personalmente, ho adorato le tovagliette dipinte a mano e decorate da ricami all’uncinetto; i ragazzi sono stati rapiti dall’Angolo del Vinile e da braccialetti e monili realizzati in pietre naturali, ma ci sono anche prodotti gastronomici per accontentare tutti i visitatori.

Fiera del Cardinale
Ricami alla Fiera del Cardinale

Come raggiungere Castiglione Olona

Castiglione Olona si trova in provincia di Varese. Se arrivi da Milano, puoi prendere l’autostrada A8 Milano-Varese, uscita Gazzada, a soli 5 km da Castiglione Olona. In alternativa, puoi seguire la Strada Statale Varesina nr 233, che collega le due città lombarde.

Trovi parcheggio presso il Castello di Monteruzzo o lungo le vie della Castiglione Olona “moderna”; il centro storico è infatti interdetto alle auto.

A Castiglione Olona non c’è una stazione ferroviaria; puoi verificare i mezzi pubblici per Castiglione Olona sul sito della Regione Lombardia.

Se ami i borghi medievali e le città ricche di storia e cultura, visita la sezione Borghi e città del nostro sito per trovare tanti spunti per una gita fuoriporta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi